Robot umanoidi, next generation

Ci sono diversi robot umanoidi femminili, uno dei più famosi è Sophia. Sophia è un robot umanoide con sembianze femminili, i cui tratti sono ispirati al viso di Audrey Hepburn. È stata attivata nel 2015 dai ricercatori della Hanson Robotics e riesce a parlare con le persone, ad avere un proprio senso dell’umorismo, a riprodurre ben 62 espressioni facciali e ad esprimere emozioni.

Un altro robot umanoide femminile è Erica, che è in grado di interagire in modo autonomo e di riprodurre molte espressioni facciali, al punto che le è stata affidata la conduzione di un telegiornale. Inoltre, c’è una serie di robot chiamata Actroid, che presenta robot dalle sembianze femminili con un aspetto fisico molto accurato e simile alle fattezze umane.

Sophia

Sophia è un robot umanoide con sembianze femminili, i cui tratti sono ispirati al viso di Audrey Hepburn. È stata attivata nel 2015 dai ricercatori della Hanson Robotics e riesce a parlare con le persone, ad avere un proprio senso dell’umorismo, a riprodurre ben 62 espressioni facciali e ad esprimere emozioni. Sophia è stata creata per vari scopi come ricerca, educazione e intrattenimento, oltre che per aiutare a promuovere la discussione sull’etica dell’intelligenza artificiale e il futuro della robotica.

Sophia è anche il primo robot ad aver ottenuto la cittadinanza di uno Stato, l’Arabia Saudita, nel 2017. Inoltre, Sophia è anche il primo robot-artista, per aver realizzato, a marzo 2021, un proprio autoritratto, venduto all’asta ad aprile dello stesso anno per 688.888 dollari. e in versione “mini” insegna ai bambini i rudimenti dell’intelligenza artificiale e della programmazione. 

Erica

Erica è un robot umanoide frutto della ricerca giapponese. È stata creata da Hiroshi Ishiguro e Dylan Gras nell’ambito di un progetto su cui la ricerca giapponese sta investendo di più in assoluto. Erica è una ragazza di 23 anni giapponese, con una forte consapevolezza di sé e che ama ridere.

È in grado di interagire, rispondere alle domande e addirittura parlare di sé, della sua vita e dei film che ha visto. Il timbro della sua voce si confonde facilmente con quello di una ragazza in carne e ossa. Per ora Erica non può ancora muovere gambe e braccia, ma come spiega lei stessa “la cosa meravigliosa è che mi hanno detto che un giorno succederà davvero”.

Erica è anche stata dotata di un sistema di intelligenza artificiale che riconosce la risata umana e valuta se rispondere, magari con risatina o una risata più aperta, in modo da consentire conversazioni più naturali ed empatiche. Erica, è in grado di interagire in modo autonomo e di riprodurre molte espressioni facciali, al punto che le è stata affidata la conduzione di un telegiornale. 

Molti esperti prevedono che l’automazione e l’intelligenza artificiale sostituiranno alcuni lavori umani in futuro. 

Actroid

Questo robot è stato sviluppato per ricreare le espressioni naturali ma affascinanti simili all’uomo con elevate funzionalità mantenute. Sottolinea la propria presenza realistica con gesti fluidi. Ha ganci di notizie e alti effetti accattivanti. Può essere utilizzato per svolgere un ruolo attivo per molte occasioni come presidente con narrazioni fluenti e coniglietto di cabina.

Ci sono anche robot umanoidi femminili creati per avere rapporti sessuali realistici. Inoltre, ci sono robot umanoidi femminili che possono essere utilizzati per aiutare le persone a superare le loro paure o per svolgere compiti sociali.

Solana Realbotix

Realdoll x è un sistema di bambola robotica basato sull’intelligenza artificiale alimentato dalla tecnologia sviluppata negli ultimi anni. È dotato di un sistema di testa modulare con più punti di attuazione, che consente alla bambola di formare espressioni, muovere la testa e parlarti. Gli occhi possono anche muoversi e battere le palpebre , creando un’esperienza mai prima possibile con nessuna bambola. È progettato per funzionare con il software AI personalizzabile “X-Mode”, che ti consente di creare personalità uniche e controllare la voce del tuo robot. Con l’acquisto di Realdoll x riceverai il software AI e un abbonamento di un anno a X-Mode, gestito e distribuito da RealDoll.

Atlas

Atlas è un robot umanoide bipede sviluppato principalmente dalla società americana di robotica Boston Dynamics con il finanziamento e la supervisione della Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA) degli Stati Uniti. Il robot è stato progettato inizialmente per una varietà di compiti di ricerca e soccorso ed è stato presentato al pubblico l’11 luglio 2013. Atlas è una piattaforma di ricerca che consente di spingere i limiti della mobilità del corpo intero e della manipolazione bimanuale. Un sistema di controllo avanzato e hardware all’avanguardia danno al robot la potenza e l’equilibrio per dimostrare atletismo e agilità avanzati.

Tesla Bot

Tesla, Inc. è una società americana nota per la produzione di veicoli elettrici, pannelli solari e sistemi di accumulo energetico. Nel 2021, Tesla ha annunciato il suo progetto di sviluppare un robot umanoide chiamato Tesla Bot. Il robot è stato presentato come un prototipo funzionante durante l’evento “AI Day” di Tesla. Il Tesla Bot è stato progettato per essere in grado di svolgere compiti ripetitivi e noiosi, come fare la spesa o riparare un’auto. Il robot è alto circa 5 piedi e 8 pollici (173 cm) e pesa circa 125 libbre (57 kg). Utilizza la stessa tecnologia di intelligenza artificiale utilizzata nelle auto Tesla per la guida autonoma.

Conclusione

Molte aziende in tutto il mondo stanno utilizzando robot per automatizzare alcune attività e migliorare l’efficienza. Ad esempio, nell’industria automobilistica, i robot sono ampiamente utilizzati per assemblare le automobili e svolgere compiti ripetitivi come la saldatura e la verniciatura. Anche le aziende del settore manifatturiero utilizzano i robot per svolgere compiti come il taglio, la piegatura e l’imballaggio dei prodotti.

Nel settore della logistica, i robot vengono utilizzati per movimentare merci nei magazzini e nei centri di distribuzione. Inoltre, anche nel settore dei servizi, come ad esempio nella ristorazione e nell’ospitalità, i robot vengono utilizzati per svolgere compiti come la preparazione dei cibi e il servizio ai tavoli. In sintesi, molte aziende in diversi settori stanno utilizzando i robot per automatizzare alcune attività e migliorare l’efficienza.

I robot possono sostituire alcuni lavori umani, il che può portare a preoccupazioni riguardo alla perdita di posti di lavoro e all’impatto sociale. Quale sarà il futuro per l’umanità, potete immaginarlo.

About the Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like these